A la lumière de nos voix

Regia: Marco Gianni
Produzione: L'Eubage srl
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2014

Il documentario racconta l’esperienza didattica di un gruppo di percussionisti valdostani in Burkina Faso. Il progetto, realizzato dalla società valdostana L’Eubage srl, è stato sostenuto dalla Fondazione in fase di post-produzione.

Location: Burkina Faso

Budget sul territorio: 9.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 6.000 Euro





L'amante del cervo

Regia: Carmelo Brustia
Produzione: Carmelo Brustia
Genere: Art Video
Anno: 2015

Una bambina racconta il proprio sogno a una donna: una regina bianca sta prendendo la vita di quattro ballerini, un cervo passeggia nella neve. Ai piedi di un freddo bosco, un essere misterioso percorre la strada principale per
arrivare al castello. Attraversando l'ingresso, giunge al salone del castello dove un gruppo di umani misteriosi con fattezze animali stanno prendendo parte a una festa. L'essere oscuro attraversa la folla e si avvicina al cospetto della corte. Lentamente fa uscire dal proprio abito un giovane ragazzo che comincia a danzare. L'intera folla di persone si congela ma lentamente attraverso la danza del ballerino ricomincia a prendere vita. Alla fine del ballo il giovane si avvicina all'amante sul trono centrale e la bacia sulle labbra. Gli invitati si risvegliano e cominciano a guardarsi e ad uscire dalla sala. Il ballerino viene inghiottito dall'essere misterioso che lo aveva partorito e si dilegua. L'amante resta sola nella sala osservando la sua fine, la sua morte.

Location: Sarre, Gressoney, Saint Jean

Budget complessivo: 5.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 5.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: logistico




America

Regia: Alessandro Stevanon
Produzione: Ezechiele 25:17 film production
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2012

Giuseppe Bertuna, “direttore del reparto eternità dell’ospedale di Aosta” come ama definirsi, è conosciuto da tutti con il soprannome di “Pino America” affibbiatogli dopo un soggiorno di tre anni negli States. I suoi abiti stravaganti, i suoi discorsi surreali con gli amici dei bar del centro storico hanno fatto di lui un autentico personaggio conosciuto da tutti gli abitanti della città di Aosta.

Location VdA: Aosta

Budget complessivo: 27.000 Euro
Budget sul territorio: 24.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 11.000 Euro

PREMI

Premio Michelangelo Antonioni per il regista del miglior cortometraggio (Bif&st 2014)
Premio al Miglior Cortometraggio (Ischia Film Festival 2014)
Premio al Miglior Cortometraggio (FMK International Short Film Festival 2014)
Premio Speciale della Critica (Castellaneta Film Fest 2014)
Premio per la Miglior Regia (BiFF 2014)
Premio per la Miglior Regia (Corti di Sabbia 2014)
Primo Premio (Festival Internazionale del Cortometraggio Città di Erice 2014)
Secondo Premio (Catone Film Festival 2014)
Menzione Speciale al Miglior Cortometraggio (Lo Spiraglio Film Festival 2014)
Menzione Speciale alla Regia (Figari Film Fest 2014)
Special Jury Award (Prokuplje Short Film Festival 2014)

SELEZIONI

2014 Clermont-Ferrand International Short Film Festival (Clermont-Ferrand, France)
2014 Bif&st - Bari International Film Festival (Bari, Italy)
2014 Terra di Cinema - Festival du nouveau cinéma italien (Tremblay-en-France, France)
2014 Pázmány Film Festival (Budapest, Hungary)
2014 BiFF - Bibbiena Film Festival (Bibbiena, Italy)
2014 Festival Internazionale del Cinema Patologico (Roma, Italy)
2014 Prokuplje Short Film Festival (Prokuplje, Serbia)
2014 Festival del Cinema Europeo (Lecce, Italy)
2014 Docucity - Festival di cinema documentario (Sesto San Giovanni, Italy)
2014 Arno Stream Fest (Signa, Italy)
2014 Salón Internacional de la Luz (Bogotà, Colombia)
2014 Corto Tendenza Festival (Barcellona P.G., Italy)
2014 Corto in Bra International Film Festival (Bra, Italy)
2014 Lo Spiraglio Film Festival (Roma, Italy)
2014 Curt.doc - Festival Internacional de Curtmetrage Documental (Vidreres, Spain)
2014 Edinburgh Short Film Festival (Edinburgh, U.K.)
2014 Festival Internazionale del Cortometraggio Città di Erice (Erice, Italy)
2014 Festival del Cinema (Brescello, Italy)
2014 Rencontres du film documentaire (Mellionnec, France)
2014 Genova Film Festival (Genova, Italia)
2014 Ischia Film Festival (Ischia, Italia)
2014 Figari Film Fest (Golfo Aranci, Italy)
2014 Euganea Film Festival (Colli Euganei, Italy)
2014 Lago Film Festival (Revine, Italy)
2014 FMK International Short Film Festival (Pordenone, Italy)
2014 CinemadaMare (Chiavari, Italy)
2014 Athens International Short Film Festival (Athens, Greece)
2014 Corti di Sabbia Festival del Cortometarggio (Calambrone, Italy)
2014 Catone Film Festival (Monte Porzio Catone, Italy)
2014 Castellaneta Film Fest (Castellaneta, Italy)
2014 San Giò Verona Video Festival (Verona, Italy)
2014 MoliseCinema Film Festival (Casacalenda, Italy)
2014 The Moonrise Film Festival (Well, Canada)
2014 Cervino CineMountain International Film Festival (Valtournenche, Italy)
2014 CineFortFestival (San Giorgio la Molara, Italy)
2014 Premio Cinematografico Palena (Palena, Italy)
2014 Trani Film Festival (Trani, Italy)
2014 ArtaudFilmFestival - Festival Internazionale del Cinema Documentario (Padova, Italy)
2014 La Grande Abbuffata (Napoli, Italy)
2014 I(n)Differenti (Trani, Italy)
2014 SediciCorto International Film Festival (Forlì, Italy)
2014 Arcipelago - Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini (Roma, Italy)




Un anno di VdA: per tutte le stagioni

Regia: Daniele Pierini
Produzione: Daniele Pierini
Genere: video promozionale
Anno: 2015

L’opera vuol dare un assaggio della cultura valdostana nel suo dispiegarsi nell’arco di un anno e nel suo essere parte di un paesaggio alpino. Le stagioni in montagna sono molto caratterizzanti ed influenzano il modo in cui la cultura si vive e viene percepita e ammirata.

Budget complessivo: 7.500 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 7.500 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 5.000 Euro




Avengers: Age of ultron

Regia: Joss Whedon
Interpreti: Samuel L. Jackson, Aaron Johnson, Elizabeth Olsen, James Spader, Chris Hemswoth, Chris Evans, Mark Ruffalo, Jeremy Renner, Scarlett Johansson, Don Cheadle, Robert Downey Jr., Paul Bettany, Stellan Skarsgard
Produzione: Marvel Studios
Genere: Action
Paese: USA
Anno: 2015

Tony Stark cerca di consolidare il suo programma per il mantenimento globale della pace, ma le cose si mettono male per gli eroi più potenti della terra: Iron Man, Capitan America, Thor, L'incredibile Hulk, Vedova Nera e Occhio di Falco devono far fronte all’ennesima minaccia che pone il destino del pianeta in bilico: un antico nemico fa la sua comparsa annunciando un inquietante scopo, il totale annichilimento della progenie umana. Spetterà agli Avengers sventare i folli piani del malvagio Ultron.

Location VdA: Aosta, Forte di Bard, Verres, Donnas, Pont Saint Martin

Budget sul territorio: 2.417.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: logistico




Aspirante vedovo

Regia: Massimo Venier
Interpreti : Fabio de Luigi, Luciana Littizzetto
Produzione: Pupkin Production
Genere: Commedia
Paese: Italia
Anno: 2012

Alberto Nardi è un giovane imprenditore di scarso talento e successo, ma che ha avuto la fortuna di sposare Luciana Almiraghi, una delle donne più ricche e potenti d’Italia. La facoltosa moglie in realtà non sopporta più quel marito bugiardo ed incosciente ed è decisa a tagliargli i fondi definitivamente. Un equivoco porta a credere che Luciana sia
perita in un incidente aereo, ma la festa dura poco per il povero Alberto che, deluso per la mancata “vedovanza”, comincia a progettare il modo di uccidere veramente la moglie.

Location VdA: Parco Naturale del Mont Avic (Champdepraz)

Budget complessivo: 5.700.000 Euro
Budget sul territorio: 50.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 28.000 Euro

NOTE: Dodicesimo incasso italiano della stagione 2013-2014 con 4.385.159 di Euro




Away We Go

Regia: Alex Schiller
Produzione: Isen Seven
Genere: Film sportivo
Paese: Germania
Anno: 2012

La produzione tedesca IsenSeven, una fra le più importanti nel panorama europeo ed internazionale per la realizzazione di snowboardfilm, ha realizzato a Courmayeur buona parte delle immagini del nuovo skimovie Away We Go. Come abitudine della casa di produzione bavarese, la regia è stata curata da Alex Schiller e Vincent Urban, due professionisti di comprovata esperienza che hanno alle spalle diverse produzioni di questo genere negli ultimi dieci anni.
Grazie ad una diffusione a livello internazionale, che prevede un tour di 20 date nelle più importanti città europee (Monaco, Mosca, Berlino e Praga per citarne solo alcune), la diffusione massiccia sul web (RedBull TV, iTunes, YouTube, Vimeo) e una distribuzione in DVD a livello mondiale (USA/CAN, Europa, Giappone, Australia e Nuova Zelanda) questa nuova produzione rappresenta una vetrina d’eccezione per la Valle d’Aosta.
Film Commission Valle d’Aoste, in collaborazione con Chambre valdôtaine, ha appoggiato l’iniziativa coprendo parte delle spese sostenute dalla produzione sul territorio valdostano e fornendo vari servizi di consulenza legati all’organizzazione generale e alla logistica.

Location VdA: Courmayeur

Budget complessivo: 72.000 Euro
Budget sul territorio: 28.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 14.000




La bicibicitalia

Regia: Stefano Gabriele
Produzione: Filmarno
Genere: Format TV
Anno: 2015

Bicibicitalia pedala tra le aree rurali e i borghi dell’Italia con Valentina e Federico... Bicibicitalia è un format televisivo che permette di conoscere, a livello nazionale, tutte quelle aree non ancora ampiamente valorizzate e scoperte.

Location: Cogne

Sostegno Film Commission VdA: logistico




Chroniques d’en haut

Regia: Marc de Langenhagen
Produzione: France 3
Genere: Trasmissione TV
Paese: Francia
Anno: 2012

Nel mese di settembre 2012, la troupe televisiva di questa trasmissione prodotta e diffusa France 3 è partita alla scoperta del versante italiano del Monte Bianco. Accompagnato da due guide alpine valdostane, Guido Azzalea e Pierpaolo Role, il piccolo gruppo ha esplorato l’abitato di Courmayeur e il nuovo cantiere della funivia a Punta Hellbronner, facendo sosta nei rifugi e nei bivacchi lungo la via.

Location VdA: Catena del Monte Bianco

Budget sul territorio: 10.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 6.000 Euro




Il Comandante e la Cicogna

Regia: Silvio Soldini
Interpreti: Alba Rohrwacher, Claudia Gerini, Giuseppe Battiston, Valerio Mastandrea, Luca Zingaretti
Produzione: Lionello Cerri per Lumière & Co
Genere: Commedia
Paese: Italia-Svizzera
Anno: 2012

Sparse nelle piazze e nei giardini, le statue osservano ogni mattina la città che si risveglia. Se ci si avvicina abbastanza, arrampicandosi fino a loro, si può sentirle pensare o addirittura parlare. Giuseppe Garibaldi ad esempio, seduto sul suo destriero al centro di una grande piazza, non si dà pace alla vista della sua Italia, sempre più degradata e volgare, mentre in mezzo al traffico e alla gente sotto di lui, passano Leo, un idraulico con due figli da crescere, e Diana, una giovane artista piena di idee e senza una lira. Si incontreranno nello studio dell’avvocato Malaffano, potente e truffaldino, dove lei per pochi soldi affresca una parete della sala d’aspetto e lui è venuto in cerca di aiuto per la figlia, che senza saperlo è diventata protagonista di un filmato erotico su internet. Ai loro destini si intrecciano quelli di un coro di personaggi: Elia, un ragazzino che va male a scuola e che in segreto ha allevato una cicogna, Amanzio, che ha mollato il lavoro per vivere come una specie di eremita metropolitano, Teresa, la moglie defunta di Leo che gli fa visita ogni notte per fare quattro chiacchiere, e poi un cinese chiamato Fiorenzo, un fabbricante di pantofole, un misterioso investigatore privato. Mentre Diana e Leo, da perfetti estranei, diventeranno una coppia di innamorati.

Location VdA: Val d’Ayas, Villaggio Soussun

Budget complessivo: 5.000.000 Euro
Budget sul territorio: 20.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 7.000 Euro


Pressbook


Furia

Regia: Marcello Vai
Produzione: Moebius Film
Genere: Documentario
Anno: 2014

L’incredibile sfida di un ragazzo ad un passato difficile e a se stesso attraverso lo strumento della competizione sportiva.

Location VdA: varie

Budget complessivo: 30.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 11.000 Euro (Capo IV Film Fund)




Il gabbiano

Regia: Joseph Péaquin
Produzione: DocFilm
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2014

Une prison dans la périphérie du Nord de l’Italie, au Val d’Aoste. Une prison posée au milieu de nulle part, au milieu des montagnes. Une prison que l’on veut cacher, à proximité de la grande décharge régionale. Ce documentaire nous fera pénétrer au sein du quotidien de cette institution en adoptant quatre points de vues : éducateurs, volontaires, détenus et surveillants.



Location VdA: Carcere di Brissogne

Budget sul territorio: 40.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 10.000 Euro




Geo & Geo (2012)

Regia: Anna Bonfiglioli
Produzione: Rai
Genere: Trasmissione TV
Paese: Italia
Anno: 2012

Popolare trasmissione che si occupa nell’occasione dell’artigianato valdostano, mettendo in particolare l’accento sugli antichi mestiere che, nonostante l’evoluzione del mondo professionale e la globalizzazione, resistono ritagliandosi uno spazio prezioso nella produzione di qualità. Una troupe della Rai ha incontrato direttamente gli abitanti e gli artigiani nei luoghi in cui vivono, scoprendo un mondo fuori dal tempo.

Location in VdA: Porossan, Jovençan, Gressan, Charvensod, Gignod, Fénis, Nus, Arnad, Bosses, Arvier, Chatillon, Bionaz, La Magdeleine, Valgrisenche, Valtournenche, Lago Blu (Cervino)

Budget sul territorio: 5.500 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 3.500 Euro




Geo & Geo (2014)

Regia: Anna Bonfiglioli
Produzione: Rai
Genere: Trasmissione TV
Paese: Italia
Anno: 2014

La popolare trasmissione di Rai 3 condotta da Sveva Sagramola in onda dal 1984 torna in Valle d’Aosta dopo due anni. Diretta ancora una volta dalla regista Anna Bonfiglioli, la troupe della trasmissione continua il suo approfondimento sulla dimensione locale delle comunità e delle culture ponendo questa volta l’accento sulla tradizione enogastronomica regionale. Vengono qui presentate ricette tipiche preparate in luoghi caratteristici e rappresentativi della cultura e della tradizione valdostana.

Location in VdA: Ozein, Cogne, Valpelline, Ollomont

Budget sul territorio: 1.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: logistico




Gorchlach: the legend of Cordelia

Regia: Fabio Cento
Produzione: Aegyptiacus Entertainment
Genere: Serie TV
Anno: 2015

La prima avventura fantasy storico finzione impostato tra passato e presente, tra realtà e leggenda. Un'avventura unica che vi porta a scoprire gli oscuri segreti di un antico amuleto esoterica con il nome arcano, il Gorchlach.

Location VdA: varie

Budget sul territorio - post-produzione: 9.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 1.500 Euro (Capo IV Film Fund)




The Himalayas

Regia: Lee Seok-hoon
Produzione: JK Film
Genere: Lungometraggio
Anno: 2015

L’alpinista Uhm Hong - Kil e il suo team di spedizione vanno sull’Himalaya per trovare il corpo di Park Moo – Taek.

Location: Courmayeur, Monte Bianco

Budget complessivo: 13.500.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 150.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: logistico
Box Office: 40.300.000 Euro




Hurts so good

Regia: Andre Nutini
Interpreti: Tobi Reindl, Paddy Graham, Bene Mayr, Thomas Hlawischka Produzione: Legs of Steel, Oakley, Red Bull Media House
Genere: Film sportivo
Paese: Germania
Anno: 2012

I migliori freeskiers del mondo riuniti in uno skimovie realizzato nei paradisi del freeride di Europa e America.

Location VdA: Courmayeur, La Thuile

Budget complessivo: 200.000 Euro
Budget sul territorio: 20.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 15.000 Euro

PREMI

Best International Cinematography' (Freeski Film Festival Montreal 2012 di Montreal)




Heaven on the 7th floor

Regia: Alessandro Stevanon
Produzione: La Fournaise
Genere: Documentario
Anno: 2016

Ci sono luoghi dove il tempo si è fermato: siano essi rustiche e nostalgiche balere, dancing moderni e ruffiani o scatenate discoteche. Posti che celano storie che non ti aspetti. Viste da fuori sono location dimesse con un sapore d’antan, ma al cui interno si schiudono mondi felliniani: un'umanità in una apparente spirale di felicità ma fondamentalmente piena di malinconia, ambigua e che vive la propria esistenza come fosse una condanna. Ma al tempo stesso, grazie a questo regno dell'effimero e dell'artificiosità, a questo mondo atemporale e universale, cerca di riscattarsi attraverso l'arte della conoscenza e conquista reciproca che non sempre ha la possibilità di essere praticata altrove con altrettanta facilità e sicurezza. Quella particolare sensazione che di notte tutto sia diverso, che le cose normali si rovescino e cambino i connotati e che porta alla percezione che la capacità di controllo del mondo si dilati a dismisura, e che tutto sia possibile. Uno spazio di libertà dove gli individui possono temporaneamente svestirsi dei ruoli sociali per indossare gli abiti dell'evasione o le maschere del gioco. Cantanti, musicisti, ballerini, manager, gestori di locali e emittenti radiofoniche sono i protagonisti di questo universo variegato, multiforme e contraddittorio. Tutto questo non rappresenta un fenomeno avulso dal resto della società, ma è uno specchio dei tempi presenti e un riflesso di quelli passati.

Location: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia

Budget complessivo: 55.500 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 29.200 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 15.000 Euro




Hurzeler...Le dernier chercheur d'or

Regia: Pietro Giglio e Pietro Taldo
Interpreti: Pierre Lucat, Simone Gandolfo
Produzione: Pietro Giglio
Genere: Docufiction
Paese: Italia
Anno: 2012

Agli inizi del Novecento Emile Hurzeler, falegname nato nel 1876 a Zofingue nel Cantone dell’Argovia, decise di emigrare nel Transvaal in Sudafrica per dedicarsi alla ricerca dell’oro. Venne fermato a Marsiglia dai medici che a causa di una bronchite gli impedirono di imbarcarsi. Alla ricerca di lavoro, si stabilì in Svizzera, poi a Chamonix e infine a Courmayeur nel 1909, insieme alla moglie e ai figli. Allo scoppio della Grande Guerra Emile fu espulso con la famiglia dall’Italia per le sue idee pacifiste e vi poté far ritorno solo a conflitto finito. Al rientro riprese il suo lavoro di falegname e rilevò, insieme a Louis Bareux di Courmayeur, la concessione per lo sfruttamento della miniera di galena argentifera di Tête Carrée, posta a 3400 metri di quota nell’alto bacino del ghiacciaio del Miage.
La miniera fu oggetto di uno sfortunato tentativo di sfruttamento nel 1925 da parte del figlio Jean Hurzeler che, insieme a Bareux, costruì nei pressi dell’imbocco dell’antica miniera una capanna in legno. Lo sfruttamento del giacimento si rivelò ben presto impresa pericolosa ed infruttuosa, e fu infine abbandonato.

Location VdA: Courmayeur, Ghiacciaio del Miage

Budget complessivo: 92.000 Euro
Budget sul territorio: 55.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 20.000 Euro

SELEZIONI

2013 Sestriere Film Festival




Maison du Val d’Aoste

Regia: Elvio Caria, Patrick Nicotera
Produzione: Elvio Caria, Patrick Nicotera
Genere: Video istituzionale
Anno: 2015

Come è cambiato il volto dell’immigrazione valdostana in suolo francese? Il documentario si concentra sulla vita di quattro ragazzi che hanno scelto di trasferirsi a Parigi. Le motivazioni che hanno dato vita a questo fenomeno sono diverse. Il lavoro dei due autori valdostani cerca di capire le differenze con il passato.

Location: Parigi

Budget complessivo: 6.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione: 4.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 2.000 Euro




Mare carbone

Regia: Gianluca Rossi
Produzione: Korova
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2014

Margherita, 30 anni, è nata e cresciuta ad Aosta, ma la sua famiglia paterna è meridionale, originaria di Melito di Porto Salvo, in provincia di Reggio Calabria. Margherita si sente profondamente legata a quei luoghi, per lei carichi di ricordi, dove affondano le sue radici e dove torna ogni anno per le vacanze estive. Ogni angolo, ogni dettaglio le è caro; le strade sono sentieri conosciuti, le piazze sono finestre sul passato, i volti delle persone raccontano storie conosciute e raccontate.
Acconto ad immagini piacevoli e ricorrenti ve ne sono però alcune scomode ed impegnative, per certi versi più interessanti da mettere a fuoco attraverso la speciale lente della macchina da presa.
Lo spettrale stabilimento e la storia surreale della Liquichimica, l'ecomostro costato negli anni '70 ben 1300 miliardi delle vecchie lire e chiuso dopo appena due giorni perché “altamente inquinante”, l'ha sempre affascinata. L'ha fotografato e filmato. Vi ha
collezionato ricordi.

Location: Melito Porto Salvo (Reggio Calabria)

Budget complessivo: 43.000 Euro
Budget sul territorio: 34.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 10.000 Euro

PREMI: miglior documentario italiano al Festival Cinemambiente di Torino 2015




Mezzalama Maratona di Ghiaccio

Regia: Angelo Poli
Produzione: GiUMa Produzioni S.r.l.
Genere: Documentario TV
Paese: Italia
Anno: 2013

“Il trofeo Mezzalama è sempre stata una gara-evento essendo la prova di scialpinismo più alta delle Alpi poiché supera la vetta del Castore (m 4226) e il Passo del Naso dei Lyskamm (m 4150). È anche la gara più classica perché è nata nel 1933, nell’epoca in cui sorgevano le prime stazioni sciistiche e i primi impianti di risalita, ma il Trofeo Mezzalama è rimasto fedele all’autentico sci-avventura dei pionieri che allora come oggi affronta l’alta montagna senza alcun aiuto meccanico, il vero fuoripista sia in salita, sia in discesa. ”
La casa di produzione trentina “GiuMa”, specializzata nella creazione di film, video e spot legati principalmente al mondo della montagna, ha realizzato un documentario sulla più famosa classica delle Alpi. Il progetto ha impegnato in Valle il regista Angelo Poli ed il suo staff fra il mese di marzo e quello di aprile. Il film racconta l’edizione 2013 della “Maratona delle Alpi”, seguendo i protagonisti della gara durante gli allenamenti, la competizione e le fasi successive al termine della manifestazione. Un avvincente spaccato agonistico-sportivo che si arricchisce lungo la salita di elementi umani e paesaggistici unici.

Location VdA: Valtournenche, Val d'Ayas, Valle di Gressoney

Budget complessivo: 24.000 Euro
Budget sul territorio: 24.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 8.000 Euro

PREMI

Premio “Lorenzo Lucianer” Miglior Reportage Televisivo (Trento Film Festival 2013)
Premio del pubblico (Cervino Cinemountain International Film Festival 2014)

SELEZIONI

2014 Trento Film festival a Arzignano
2014 Cervino Cinemountain International Film Festival
2014 Il Trento Fil Festival a Andalo
2014 Cinema & Montagna
2014 Il Trento Film Festival a Candrai, Denno e Castellano
2014 Il Trento Film Festival a San Lorenzo in Banale
2014 Il Trento Film Festival a Tesero
2014 Trento Film Festival
2014 Valsusa Filmfest




Il migliore dei mondi possibili

Regia: Marco Andreini e Paolo Fioratti
Produzione: Fioratti Editore
Genere: documentario
Paese: Italia
Anno: 2012

Le Alpi conservano ancora oggi un aspetto selvaggio caratterizzato da un ricco mondo di organismi adattati a condizioni fra le più severe del pianeta. E’ un mondo parallelo al nostro, in cui le specie sopravvissute alle vicende climatiche di un antico passato, allo sfruttamento del territorio e al turismo di massa, si muovono intorno a noi, evitando contatti troppo ravvicinati. Sono animali e piante che devono il loro successo alla capacità di cavarsela in situazioni estreme.
La Valle d’Aosta e le sue vette, che rappresentano il cuore stesso delle Alpi, sono il palcoscenico ideale per osservare questo mondo affascinante, “Il migliore dei mondi possibili”, come ci ricorda il titolo del documentario di Marco Andreini e Paolo Fioratti, per queste creature del freddo e del gelo.

Location VdA: Massiccio del monte Bianco, Parco del Gran Paradiso, Alpi Graie e Pennine

Budget complessivo: 100.000 Euro
Budget sul territorio: 83.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 6.000 Euro

PREMI

Premio della Giuria del Pubblico (Sondrio Festival 2013)
Premio WWF Italia (Gran Paradiso International Nature Film Festival – trofeo Stambecco d’oro)

SELEZIONE

2014 Echi delle Alpi e delle Tradizioni
2014 Di Terra e Cielo
2014 BIF&ST – Bari International Film&TV Festival
2013 Sondrio festival
2012 Gran Paradiso International Nature Film Festival – trofeo Stambecco d’oro




Mirage à l'italienne

Regia: Alessandra Celesia
Produzione: Zeugma Films
Genere: Documentario
Anno: 2012

Come raccontare il proprio paese dopo un esilio volontario di 15 anni? Ecco il punto di partenza di questo film sorprendente. La regista sceglie di non rispondere direttamente alla domanda e rinuncia a raccontarsi in prima persona. “Cerchi lavoro? L’Alaska ti aspetta”: ecco lo slogan affisso alla parete esterna di un tram di Torino. I sei candidati protagonisti del film decidono quindi di partire per Yakutah in Alaska e, a contatto con una nuova cultura che non conoscono affatto, scelgono infine di fermarsi per intraprendere una bizzarra avventura lavorativa.

Location: Torino e Alaska

Budget complessivo: 397.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 20.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 10.000 Euro

PREMI

Menzione Speciale “Shot” (Contest – Concorso Italiani DOC 2014)
Menzione Speciale Concorso Lungometraggi e Premio Aprile (Milano Film Festival 2013)
Menzione Speciale (Salina doc Fest 2013)

SELEZIONI

2014 Ostia Cinema Station
2014 Euganea Film Festival
2014 TagliacozzoinFilm
2014 Libero Cinema in Libera Terra
2014 Il Cinema italiano visto da Milano
2014 Contest – Concorso Italiani Doc
2013 Le Mois du film Documentaire
2013 Rencontres Internationales du Documentaire de Montreal
2013 ViaEmil@DocFest
2013 Hors du Murs Festival
2013 Doc’ Ouest
2013 Film Festival Milano
2013 Festival du Film de Femmes Marseille
2013 Salino Doc Fest
2013 Cinéma du Réel




MolEcole

Regia: Veronica Fantini
Produzione: 3 Bite
Genere: Documentario
Anno: 2016

Molecole racconta la vita di alcuni operatori del sociale valdostano, un mondo in cui le connessioni (molecolari) tra chi da e chi riceve hanno legami complessi e sfaccettati. Persone normali, con una famiglia, con dei sogni realizzati o infranti, con problemi economici ed apprensioni quotidiane che operano nel fitto tessuto dei servizi sociali del territorio valdostano. Le persone che ogni giorno per scelta e per passione interagiscono con l’anziano, il migrante, il disabile.

Location VdA: da definire

Budget complessivo: 30.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 30.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 15.000 Euro




Le montagne non finiscono là

Regia: Arianna Colliard
Produzione: VideoAstolfoSullaLuna
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2012

Ispirato agli scritti di Georges Mallory, il documentario descrive l’incontro conflittuale fra Enrico, un alpinista, e Arianna, una giovane regista appassionata della montagna. Compagni di viaggio e membri di una stessa équipe cinematografica, i due si preparano a una spedizione in Patagonia dove tenteranno di conquistare la vetta del Cerro Dos Cumbres. Il progetto sarà il punto di partenza per una riflessione più ampia sulla pratica alpinistica.

Budget complessivo: 46.000 Euro
Budget sul territorio: 13.500 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 8.000 Euro




Monte Bianco

Regia: Fabio Calvi
Produzione: Magnolia
Genere: Formato TV
Anno: 2015

Il programma è un adventure game ambientato tra le montagne della Valle d'Aosta, che prevede la partecipazione di personaggi famosi prestati all'alpinismo. Questo reality è ideato in Italia e prevede che i concorrenti (qui solo famosi) gareggino singolarmente, benché accompagnati da una guida alpina in cordata, per conquistare la più alta vetta alpina, il Monte Bianco.

Location: Courmayeur, Monte Bianco

Sostegno Film Commission VdA: logistico




Ninì - La storia ritrovata di Ninì Pietrasanta e Gabriele Boccalatte

Regia: Gian Luigi Giustiniani
Produzione: La Fournaise
Genere: Documentario
Anno: 2014

Lorenzo Boccalatte riscopre, tramite i filmati, le fotografie e i diari lasciatigli dalla madre, Ninì Pietrasanta, una delle poche donne scalatrici che negli anni trenta ha documentato per anni le sue imprese con una cinepresa 16mm. Il centro della sua attività alpinistica era la Valle d'Aosta e il gruppo del Monte Bianco in particolare. Le immagini della montagna negli anni '30, le vette imbiancate, Ninì che scia con i compagni, Ninì che scala su una parete di roccia. Fra quei fotogrammi in bianco e nero appare anche Gabriele, padre di Lorenzo, morto poi a causa di una frana quando il figlio aveva solo un anno.
Lorenzo, che conosceva il padre solo come un bravo pianista, ora ha finalmente la possibilità di vedere lui e la madre mentre arrampicano insieme, uniti in cordata, filmandosi amorevolmente l'uno con l'altro. Il nonno Riccardo, salito da Milano, benedice il loro amore giocando a fare una pantomima. Poi ancora scalate, Gabriele filmato da Ninì, sino a che su una morena un gruppo di persone intorno ad una croce ne piange la morte. Lorenzo, oggi settantenne, guarda nei filmati della madre, suo padre, poco più che trentenne, che lo tiene in braccio, lo osserva mentre piange nella culla, gli insegna a muovere i primi passi.

Location: Massiccio del Monte Bianco

Budget complessivo: 20.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 12.240 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 6.000 Euro

PREMI

Genziana d’oro per il miglior film di alpinismo e Premio Città di Imola al Trento Film Festival 2015
Premio speciale della giuria al festival di Zakopane (Polonia)
Premio Montagne d'Italia per il Miglior film italiano al Cervino Cinemountain
Menzione Speciale della Giuria al V Sestriere Film Festival
Premio Cineambulante all’Euganea Film Festival
Premio di Miglior film al Nuovi mondi Festival di Valloriate.

Inoltre è stato premiato anche allo Swiss Mountain film Festival, al Gran Sasso Mountain Film Festival, al Sole Luna festival di Palermo, allo Spazio Oberdan Cineteca Milano e al Festival Les Mots di Aosta.




Non così lontano

Regia: Hervé Barmasse
Produzione: A.S.D. Les Yeux du Mont Cervin
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2012

Il progetto nasce dall’esigenza di Hervé Barmasse di confrontarsi, dopo aver visitato diversi angoli del pianeta, con le sue montagne, le Alpi. In compagnia di pochi amici scalatori decide quindi di affrontare l’ascesa delle tre principali vette valdostane (Monte Bianco, Monte Rosa e Cervino). Il suo approccio è comunque originale, attraverso l’esplorazione di rotte poco battute in periodi dell’anno del tutto inusuali. Le immagini mozzafiato offrono allo spettatore un punto di vista privilegiato sulla natura che circonda i giganti delle Alpi.

Location VdA: Monte Bianco, Monte Rosa, Monte Cervino

Budget complessivo: 41.400 Euro
Budget sul territorio: 19.200 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 8.000 Euro

PREMI

Premio CAI Milano “Memorial Giorgio Gualco” (Terre Alte … emozioni dal mondo 2013)
Premio Mejor Pelicula (Festival Internacional de Cine de Montana de Ushuaia 2013)
Best Mountain Film (Moscow International Festival of Mountaineering and Adventure Films “Vertical” 2013)
Best Mountaineering Film Award (Festival Gorniskega Filma 2013)
Premio del pubblico (Cervino Cine Mountain international Film Festival 2012)

SELEZIONI

2013 Terre Alte … emozioni dal mondo – Festival Internazionale del film di montagna
2013 Festival dei Festival Lugano-Switzerland
2013 Festival Internacional de Cine de Montana de Ushuaia
2013 Horolezcky Filmovy Festival – Teplice nad Metujì
2013 Les Diablerets Festival International du Film Alpin
2013 Premio Villanova Monteleone
2013 Sestriere Film Festival – Dalle montagna olimpiche … uno sguardo sul mondo
2013 Swiss Mountain Film Festival
2013 Moscow International Festival of Mountaineering and Adventure Films “Vertical”
2013 Festival Gorniskega Filma
2013 Orobie Film Festival
2012 Bovec Outdoor Film festival
2012 Festival International du Film d’Autrans
2012 BergBuchBrig
2012 International Mountain Film Festival Bansko
2012 Mondovì ALP Movie
2012 Oltre le Vette
2012 Spotkania z Filmem Gorskim
2012 Cervino Cine Mountain International Film festival
2012 Filmontagna
2012 Trento Film Festival




'O miracolo

Regia: Riccardo Piaggio
Produzione: Associazione Pourparler
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2015

Un documentario su modello francese (senza intervistatore in campo e commenti dell’autore), in cui vengono rivelati, durante un percorso di scoperta, il significato, il valore e la funzione sociale della devozione religiosa.
Alcuni personaggi “popolari” di area napoletana e vesuviana raccontano, con i gesti e le parole della propria quotidianità, la loro relazione emotiva con questa figura tra devozione, superstizione, speranza e paura.
Uno studioso di tradizioni popolari, come Marino Niola, Roberto De Simone o Giovanna Marini, è l’elemento di raccordo narrativo, che narra la memoria e la contemporaneità dell’icona popolare, rivelandone la traducibilità culturale: la Madonna dell’Arco è lo straordinario archetipo delle contraddizioni, delle memorie e dell’antropologia dell’Italia contemporanea.
Un terzo soggetto è individuato nelle musiche di Enzo Avitabile, autore della nouvelle vague sonora partenopea, insieme ai diversi cantori della Madonna dell’Arco, appartenenti alla tradizione autentica, e dunque alla filologia, in una prospettiva di denuncia sociale.


Location: Napoli (Santuario Madonna dell'Arco), Parigi

Budget sul territorio: 44.700 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 10.000 Euro

NOTE: In lavorazione




Oltreconfine

Regia: Giovanni Cioni
Produzione: Giovanni Cioni
Genere: Documentario
Anno: 2016

Esplorare l’idea di confini attraverso la ricerca individuale e collettiva. Partendo da uno spunto narrativo offerto dai Canti Orfici di Dino Campana, Giovanni Cioni plasma materiale poetico. Per l’autore toscano è l’inizio di un nuovo viaggio.

Location: tutto il territorio valdostano

Budget complessivo: 25.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione: 25.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 8.000 Euro




Il peggior Natale della mia vita

Regia: Alessandro Genovesi
Interpreti: Fabio De Luigi, Cristiana Capotondi, Diego Abatantuono, Antonio Catania
Produzione: Colorado Film Production
Genere: Commedia
Paese: Italia
Anno: 2012

Sequel della fortunata pellicola “La peggior settimana della mia vita”, il film narra le vicende di Paolo e Margherita alle prese con un Natale davvero indimenticabile, con una gravidanza alle porte e una vacanza piena di buffi imprevisti nel magnifico Castel Savoia di Gressoney Saint Jean, ribattezzato per l’occasione Castello Caccia.

Location VdA: Castel Savoia, Gressoney Saint Jean

Budget complessivo: 5.000.000 Euro
Budget sul territorio: 405.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 30.000 Euro (+ 30.000 Euro Chambre Valdôtaine)

NOTE: Settimo incasso italiano della stagione 2012-2013 con 8.000.000 di Euro




Pepino's back

Regia: Luca Bich
Produzione: L’Eubage
Genere: Documentario
Anno: 2013

C'è una piazza nel Vedado (a La Habana), con la statua di John Lennon seduto tranquillamente su una panchina, guardando la gente che passa sulla strada. Il regista Rogelio Paris afferma che: "Questa statua rappresenta le scuse del governo verso i rockers cubani, per avergli trattato come controrivoluzionari e imperialisti. La musica è musica"

Jose Luis Fernández "Pepino" 30 anni dopo aver lasciato l'esilio, ritorna al suo passato, alla famiglia e agli amici, alla tomba di sua madre, torna sulle strade di l’Habana, alla musica, e alla fine di questo viaggio trova la pace e la libertà.

Location: Miami, La Habana

Budget complessivo: 76.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 35.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 18.000 Euro




Per grazia ricevuta

Regia: Alessandra Celesia
Produzione: Riccardo Piaggio
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2014

“In principio c’è il livido. Un ematoma blu sulla guancia sinistra. Un gonfiore che è il primo dolore e la causa di ciò che è avvenuto. Per questo livido ho preso il treno e sono venuta a vederla, questa Madre di tutti noi che da secoli se ne sta seduta sulle pendici del Vesuvio, calmissima su un mare di magma. Con il suo livido e il suo dolore”. Con queste parole la regista valdostana Alessandra Celesia inizia il suo personale viaggio nel variopinto mondo che ruota intorno al culto della “Vergine con il livido” fra le strade della Madonna dell’Arco, importante quartiere di Sant'Anastasia in provincia di Napoli. Fra documentario e fiction, sviluppando e ampliando un’idea già percorsa da Riccardo Piaggio nel suo “O miracolo”, la Celesia racconta con il consueto tocco attento e delicato una serie di personaggi indimenticabili e unici.

Location: Sant'Anastasia (Napoli)

Budget sul territorio: 46.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 9.500 Euro

NOTE: In lavorazione




Pericolo verticale

Regia: Simone Gandolfo
Interpreti: Luca Argentero
Produzione: Inside Productions di Luca Argentero e Myriam Catania
Genere: Serie TV / Action-Reality
Anno: 2013

Serie televisiva che racconta in modo spettacolare e coinvolgente l’attività quotidiana e straordinaria al tempo stesso del Soccorso Alpino Valdostano, impegnato con il suo staff (guide alpine, medici, verricellisti e piloti di elicotteri) ad intervenire prontamente sui terreni più insidiosi del territorio regionale.
Immagini girate nella zona di Cervinia, che hanno visto protagonista anche Luca Argentero nella duplice veste di produttore e narratore, hanno completato il lavoro di una troupe che da febbraio ad aprile ha vissuto a stretto contatto con l’équipe del SAV per seguire giorno dopo giorno gli interventi ed i soccorsi effettuati in tutte le loro fasi.
La messa in onda della serie è prevista per l’autunno; le 8 puntate (di circa 30 minuti) saranno trasmesse in prima serata sul canale più importante della piattaforma satellitare Sky.
Il progetto è sostenuto da Film Commission Vallée d’Aoste, dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta e da Chambre Valdôtaine des entreprises et des activités libérales sia sotto il profilo economico che quello logistico.

Location: Aosta, Cervinia, Courmayeur e in generale tutto il territorio valdostano

Budget complessivo: 247.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 229.733 Euro
Sostegno Film Commission VdA e RAVA: 120.000 Euro




Pianeta bianco

Regia: Francesco Mattuzzi
Produzione: Francesco Mattuzzi
Genere: Docufiction
Paese: Italia
Anno: 2012


In un volo aereo, scorgiamo la natura nella sua essenza primordiale. Non si vede nessuna forma di vita, sola neve stratificata nei secoli. Una gigantesca formazione di ghiaccio lascia passare ai suoi piedi numerose cascate d’acqua, a sbalzo, nel vuoto per 10 metri. La roccia scura di granito costellata di numerose crepe e fessure trasforma il paesaggio in un gigante rugoso.
Un esploratore solitario, si muove con esperienza nella neve. Ai piedi ha degli sci, grazie ai quali si sposta leggero in un immacolato paesaggio.
I suoi occhi sono profondi e le rughe sul suo volto sono il racconto dei suoi viaggi precedenti.
Il vento muove la neve ghiacciata in superficie, il suono ovattato dell’atmosfera immerge il personaggio in un surreale teatro sonoro.L’incedere lento ma sicuro lo porta di fronte a un misterioso oggetto: una capsula magicamente sospesa nel vuoto è di natura umana? Lo scricchiolio dei passi nella neve si fa più nitido.
Con atteggiamento da esploratore, l’uomo si addentra nella misteriosa capsula.

Location VdA: Monte Bianco (Rifugio Gervasutti)

Budget complessivo: 59.000 Euro
Budget sul territorio: 35.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 15.000 Euro

SELEZIONI

2014 Cervino Cinemountain International Film Festival
2014 Cortina in Croda
2014 FMK Short Film Festival
2014 Trento Film Festival a Milano
2014 Trento Film Festival





Point Break (2015)

Regia: Ericson Core
Interpreti: Luke Bracey, Edgar Ramirez, Teresa palmer
Produzione: Alcon Entertainment, DMG Entertainment, Warner Bros
Genere: Action
Paese: USA
Anno: 2015

Pellicola ispirata al film diretto da Katherine Bigelow, con Patrick Swayze e Keanu Reeves nel 1991. Il film, prodotto da Alcon Entertainment e distribuito da Warner Bros, è diretto da Ericson Core e riporta in scena la rivalità fra l’agente dell’FBI Johnny Utah e la banda di rapinatori guidata dal carismatico Bodhi. Oltre che in Valle d’Aosta (Aiguille de la Grande Sassière a Valgrisenche) le riprese sono state effettuate anche in Germania, Austria, Svizzera, Francia, Messico, Venezuela, Polinesia francese, India e Stati Uniti.

Location VdA: Aiguille de la Grande Sassière a Valgrisenche

Budget sul territorio: 1.800.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: logistico




Polaroid (Remember me Berlin)

Regia: Roberto Cuzzillo
Interpreti: Salvatore Li Cusi, Peter Connelly, Pierre Lucat
Produzione: SAP11
Genere: Drammatico
Paese: Germania, Bosnia, Italia, Libano, Francia, Messico
Anno: 2014

La pellicola, prodotta dalla casa di produzione torinese SAP11, è inserita all’interno di un progetto più ampio, il lungometraggio intitolato Remember me Berlin composto da altri sette video di registi internazionali selezionati al “Berlinale Talent Campus 2012” e che hanno come tema guida generale “l’identità nel mondo di oggi”.
Polaroid racconta il percorso emotivo di un ragazzo omosessuale che, attraverso un incontro casuale e rivelatore, giungerà a comprendere la vera natura dell’amore, forza motrice rivoluzionaria per decodificare ed affermare la propria identità.
In questo contesto vengono sviluppati i temi paralleli della provincia, dei rapporti giovanili, della crisi economica, della difficoltà generale di relazione con se stessi e con gli altri.
La sensibilità di Cuzzillo, già dimostrata nei precedenti lavori, mette in luce, attraverso una recitazione asciutta ma efficace, le contraddizioni dei nostri tempi.

Location VdA: Aosta

Budget complessivo: 80.000 Euro
Budget sul territorio: 12.800 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 15.000 Euro




Un posto al sole ... coi fiocchi

Interpreti: Patrizio Rispo, Marzio Honorato, Marina Giulia Cavalli, Fiorenza Tessari, Pierre Lucat, Chantal Pession
Produzione: FremantleMedia Italia
Genere: Soap - Fiction
Anno: 2013

Un posto al sole compie 18 anni e festeggia la sua maggiore età con un evento speciale: una superproduzione Rai e FremantleMedia Italia in cui la soap più longeva e seguita della televisione italiana diventa per una sera un film-tv della durata di 100 minuti. Un evento speciale per il format, che non ha precedenti in assoluto e uno splendido regalo di Natale per gli oltre due milioni e mezzo di spettatori che ogni sera seguono la fortunata serie.
La puntata speciale a tema natalizio propone l’intreccio di tre storie di tono e contenuto diverso, ambientate in differenti location. Come da tradizione della popolare soap, che accosta linee narrative diverse e unisce sentimento, sorrisi e temi sociali, la linea di uno dei racconti, quella a tinte leggere della commedia, è ambientata sulle nevi di Cervinia e Valtournenche.
Per la località prescelta sono state scritte e girate 17 scene in location e altre in set interni ricostruiti, in modo da raccontare al meglio il territorio. Protagonisti della trasferta è stata l’amatissima coppia comica Raffaele e Renato, seguiti dalle consorti Ornella e Adriana. I quattro interpreti principali sono stati, nell’ordine: Patrizio Rispo, Marzio Honorato, Marina Giulia Cavalli, Fiorenza Tessari. Per l’occasione sono stati inseriti nel cast anche due attori valdostani, Chantal Pession e Pierre Lucat.


Location: Cervinia, Valtournenche

Budget sul territorio - post-produzione : 30.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 15.000 Euro

NOTE: 2 milioni di spettatori in prima serata su RAI 3




Produzioni Indiane

“DEVUDU CHESINA MANUSHULU” (2012)

Regia: Puri Jagannadh
Interpreti principali: Ravi Teja, Ileana D’Cruz, Mohammad Ajum Ali, Brahmanandam
Produzione Co: Sri Venkateswara, Cine Chitra (Andhra Pradesh)

Remake di un film del 1973 con le star indiane RAVI TEJA (Nandi Award nel 2008 per “Neninthe”) e ILEANA D'CRUZ.
Come tradizione dell’immenso paese orientale, la tipologia del film segue quelli che sono gli stilemi classici della produzione di “BOLLYWOOD”: si tratta, infatti, di un “romantic movie” con numeri di canto e ballo che hanno visto protagonisti i beni culturali e le bellezze paesaggistiche della nostra regione.

Durata delle riprese: 10 giorni nel maggio 2012
Location in VdA: Saint Vincent, Cervinia, Vetan, Verrand
Budget sul territorio: 10.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: supporto logistico
_______________________________________________________

“AJAB GAZABB LOVE” (2012)

Regia: Sanjay Gadhvi
Interpreti principali: Arjum Rampal, Nidhi Subbaiah, Arshad Warsi, Jacky Bhagani
Produzione Co: Puja Entertainment India Itd (Mumbai)

Film di Bollywood girato agli inizi di giugno tra il borgo di Pont Serrand e il Passo del Piccolo San Bernardo

Durata delle riprese: dal 3 al 7 giugno 2012
Location in VdA: Passo del Piccolo San Bernardo, Pont Serrand
Budget sul territorio: 8.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: supporto logistico
______________________________________________________

“PAGLU 2” (2012)

Regia: Rajib Biswas
Interpreti principali: Dev, Koyel Mullick
Produzione Co: Surinder Films (Bengali)



Film di Tollywood (Calcutta) girato agli inizi di luglio tra il borgo di Buic, il Passo del Piccolo San Bernardo, il Teatro Romano di Aosta e La Thuile. Una canzone presente nel film è interamente ambientata in Valle d'Aosta.

Durata delle riprese: fra il 7 e il 9 luglio 2012
Location in VdA: Buic, Passo del Piccolo San Bernardo, Teatro Romano di Aosta, La Thuile
Budget sul territorio: 6.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: supporto logistico
________________________________________________________

TV SHOW – “MALEGAON KA CHINTU” (2013)

Regia: Shaikh Nasir
Interpreti principali: Al Amin, Aswini Khairnar
Produzione Co: Dipti Bhatnagar Productions

“Melegaon Ka Chintu”, questo è il nome del format televisivo, si basa sulle performance comiche di Al Almin (un vero e proprio “Mister Bean” indiano chiamato nella finzione Chintu) e Ashiwini Kharimar (Pinkie, la protagonista femminile della serie). La troupe ha girato in Valle al Teatro Romano e in Piazza Chanoux ad Aosta, nel rinnovato Castello Gamba di Châtillon e nella bella Valle di Cogne.

Durata delle riprese: dal 30 ottobre al 2 novembre
Location in VdA: Teatro Romano e Piazza Chanoux ad Aosta, Castello Gamba di Châtillon, Valle di Cogne
Budget sul territorio: 4500 Euro
Sostegno Film Commission VdA: supporto logistico
________________________________________________________

BRAMMAN (2014)

Regia: Socrates
Interpreti principali: Sasi Kumar, Lavanya Tripathi
Produzione K Manju Cinemas

Tra azione e commedia "Bramman" è il nuovo film del regista Socrates, interpretato dalla star Tamil Sasi Kumar e dall'esordiente modella indiana Lavanya Tripathi.

Durata delle riprese: 3 giorni nel luglio 2013
Location in VdA: Piazza Chanoux ad Aosta, Aeroporto di Aosta, Saint Nicolas, Saint Christophe
Budget sul territorio: 5000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: supporto logistico
__________________________________________________________

BENGALI BABU ENGLISH MEM (2014)

Regia: Rabi Kinnagi
Interpreti principali: Sohan Chakraborty, Mimi Chakraborty, Laboni Sarkar
Produzione Sree Ventateswara Cine

Bangali Babu inglese Mem è una commedia romantica diretta dal regista indiano Ravi Kinnagi e distribuito da Shree Venkatesh Films. Il film è un adattamento scena per scena della pellicola Punjabi Jatt & Juliet.

Durata delle riprese: 3 giorni nell'agosto 2013
Location in VdA: Courmayeur, Aosta, Saint Vincent, Chamois, Verrand
Budget sul territorio: 3000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: supporto logistico

------------------------------------------------------------------------------------------------

VEDALAM (2015)

Regia: Siva
Interpreti principali: Ajith Kumar, Shruti Haasan
Produzione: A. M. Rathnam

Ganesh si scontra con un trio di fratelli criminali quando questo punte al largo della polizia su di loro. Quando cercano di vendicarsi, si rendono conto che ha un conto in sospeso con loro.

Durata delle riprese: 3 giorni nell'agosto 2015
Location: Gressoney, Saint Jean
Budget complessivo: 8.005.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 25.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: logistico





Questa miniera

Regia: Valeria Allievi
Produzione: RAVA
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2013

La miniera di Cogne ha rappresentato per lunghi decenni la fonte di lavoro per numerose famiglie della vallata. Di più, essa costituisce un patrimonio inestimabile di memoria, affetti e solidi legami sociali. È la miniera più alta d’Europa e domina il paese dall’alto, ma rischia di essere definitivamente chiusa con la cessazione della concessione mineraria. Valeria Allievi traccia un profilo toccante e genuino, mai invadente, delle comunità locale e del rapporto viscerale con l’antica miniera alla ricerca di un’identità popolare che rischia di scomparire per sempre.

Location VdA: Valle di Cogne

Budget complessivo: 80.906 Euro
Budget sul territorio: 80.906 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 789 Euro per promozione

SELEZIONI

2013 Annecy Cinema Italien
2013 Immagimondo
2013 Cervino Cinemountain International Film Festival
2013 Trento Film Festival a Milano
2013 Trento Film festival




Richard The Lionheart: Rebellion

Regia: Stefano Milla
Interpreti: Malcolm McDowell, Gregory Chandler, Debbie Rochon
Produzione: Claang Entertainment, Whonderphil Productions e Doma Entertainment
Genere: Storico-Epico
Anno: 2014

Dopo essere miracolosamente scampato alla prigionia in una nascosta fortezza e dopo aver dimostrato il suo valore conquistandosi l'appellativo di “Cuor di Leone”, Richard si unisce ai fratelli Henry the Young e Geoffrey nella ribellione in atto contro loro padre il re Henry II.
Siamo alla fine del XII secolo e l'epoca medievale è continuamente scossa dai turbolenti rapporti tra Inghilterra e Francia in un incessabile gioco di alleanze, tradimenti e complotti. Per quanto “contro natura”, la ribellione dei tre fratelli reali contro il padre è appoggiata da re Louis di Francia che accoglie i ribelli a Parigi per siglare gli accordi.
Nel frattempo, re Henry II fa imprigionare la moglie Eleanore d'Acquitaine, principale fautrice della ribellione. La regina si trova in un castello nel nord della Francia, nel corso di un incontro clandestino con un possibile alleato, quando l'implacabile cavaliere William Marshal, agli ordini del re, giunge per l'arresto. Il signore del castello si oppone alla cattura della regina restando ucciso in un cruento duello contro William. Alys, la figlia del signore ucciso giura vendetta ma viene anch'essa imprigionata e allontanata dalle sue terre.


Location: Fénis, Introd

Budget complessivo: 140.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 15.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 5.000 Euro

PREMI:
- Temecula Independent Film Festival 2015: BEST MOVIE; BEST ACTION FEATURE
- Indie Fest La Jolla 2015: AWARD OF MERIT
- CombatCon Las Vegas 2015: OFFICIAL SELECTION
- Los Angeles Cinema Festival of Hollywood 2015: BEST ORIGINAL SCORE




Se ho vinto se ho perso

Regia: Gian Luca Rossi
Produzione: Korova
Genere: Documentario
Anno: 2016

Il documentario si propone di raccontare la vicenda artistica ed umana della band valdostana dei Kina, esponente di spicco della scena punk italiana ed internazionale degli anni ’80, dal punti di vista privato e personale dei suoi componenti. Un viaggio declinato al presente, nella quotidianità delle vite “ordinarie” che i protagonisti vivono oggi, alla ricerca delle tracce che li legano a quel passato vissuto tanto intensamente, fra concerti, occupazioni, estenuanti tour in furgone.
Un viaggio nelle loro scelte, nei loro dubbi, nei loro ricordi; mentre riecheggia la domanda suggerita dall’ultimo verso della loro canzone più famosa: se ho vinto se ho perso…

Location VdA: da definire

Budget complessivo: 36.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 26.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 8.000 Euro




Snow Camp

Interpreti: Raquel Iendrick
Produzione: KN Video (Tele Globo).
Genere: Trasmissione TV
Paese: Brasile
Anno: 2013

Importante produzione televisiva brasiliana presente sul territorio valdostano nel mese di febbraio in quel di La Thuile per girare alcune significative immagini della stazione sciistica e del suo comprensorio. Si tratta della troupe itinerante del TV Show denominato Snow Camp, prodotto da KN Video e trasmesso in Sudamerica da uno dei canali satellitari di maggior successo di Tele Globo. Snow Camp è in sintesi una trasmissione dedicata agli amanti degli sport invernali che ha come scopo quello di presentare agli spettatori i comprensori sciistici più esclusivi ed attrezzati del pianeta, illustrandone nel dettaglio piste, impianti, servizi, personaggi e tradizioni in maniera simpatica e competente.
Star indiscussa della trasmissione è la giovane e bella snowbordista brasiliana Raquel Iendrick a cui sono affidati i commenti e parte delle riprese in soggettiva sulle piste. Dopo le tappe americane (fra cui Aspen, Lake Louise, Copper Mountain e Ushuaia) ed i principali comprensori sciistici francesi e tedeschi, La Thuile è stata la sola tappa italiana della “colorata” produzione brasiliana.

Location VdA: La Thuile

Budget complessivo: 16.000 Euro
Budget sul territorio: 4.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 2.947 Euro

NOTE: trasmesso in Sudamerica da uno dei canali satellitari di maggior successo di Tele Globo




La sfida di Vanessa

Regia: Eloïse Barbieri
Produzione: Eloïse Barbieri
Genere: Documentario
Anno: 2015

Dal 2003, anno in cui ha lasciato il Belgio per vivere a Chamonix, Vanessa dedica la vita alla montagna, ma una mattina di primavera un blocco di ghiaccio le rompe la schiena e le frantuma i sogni. Dopo un anno di riabilitazione Vanessa torna a vivere a Chamonix, ma questa volta in sedia a rotelle paralizzata fino al petto.
A poco a poco Vanessa ritrova il desiderio di muoversi nonostante la paralisi. Grazie a un gruppo di amici scala le pareti strapiombanti, vie sempre più difficili fino all’ascesa di una Big Wall di 600m in Yosemite. Il prossimo progetto di Vanessa è la salita del Gran Capucin, un monolite di granito alto 3883 m nel massiccio del Monte Bianco. Vanessa è felice di poter vivere ancora una volta la sua passione per l'alpinismo, ma sa anche che presto arriverà il momento di voltare pagina. Queste salite le costano troppa energia, dopo cinque anni di una vita vissuta alla giornata, ora sente di poter considerare di invecchiare in sedia a rotelle e vuole costruire il proprio futuro. Con la sola forza delle braccia Vanessa arriva in cima Grand Capucin e in fondo alla sua anima.

Location: Courmayeur, Chamonix

Budget complessivo: 6.700 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 1.500 Euro (Capo IV Film Fund)




Storie di uomini e lupi fra paura, leggenda e realtà

Regia: Alessandro Abba Legnazzi
Produzione: Babydoc Film
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2012

Pochi l’hanno visto, ma molti ne parlano. La reintroduzione del lupo ha creato timore nei luoghi dove non lo si vedeva girovagare da molto tempo. Mentre questa nuova apparizione suscita la curiosità della comunità scientifica che si organizza per approfondire lo studio e l’osservazione, i contadini diventano inquieti per una minaccia dalla la quale pensano di doversi difendere.

IN LAVORAZIONE

Location VdA: varie

Budget complessivo: 120.000 Euro
Budget sul territorio: 36.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 5.000 Euro





Studi sul qui non c’è niente

Regia: Eleonora Mastropietro
Produzione: La Fournaise
Genere: Documentario
Anno: 2016

Nel mese di Agosto i “Rimasti” e i “Partiti” si rincontrano nei quindici giorni d’estate in cui i paesi riprendono vita, riunificando storie, luoghi e tempi distanti tra loro. Tra il tempo del presente/futuro della città e il tempo del presente/passato dei piccoli borghi di un angolo d’Italia compreso tra Puglia, Basilicata e Campagna, si esauriscono le vite di uomini e donne, testimoni di una fattura poco raccontata e mai digerita del passato di questo paese.

Location: da definire

Budget complessivo: 55.000 Euro
Budget sul territorio - post-produzione : 29.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 10.000 Euro




Sui miei passi: viaggio nell'altro Afghanistan

Regia: Eloise Barbieri
Produzione: Eloise Barbieri
Genere: Documentario
Paese: Italy
Anno: 2014

C'è una valle in Afghanistan dove la guerra non è arrivata mai, è un'estremità di terra, talvolta non più larga di qualche chilometri che si sciolgono nel mezzo di alte montagne.
In questa regione vivono due ethnies, i kirghizes ed i wakhis. I primi sono dei nomadi che risiedono tutto l’anno sugli altopiani del Pamir afgano, al nord della valle. I wakhis, al contrario, sono dei pastori e degli agricoltori che abitano nel fondo della valle. Le due ethnies sono di religione musulmana, ma qui le donne lavorano nei campi e mostrano il loro viso.

Location: Afghanistan

Budget sul territorio: 27.380 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 10.000 Euro




La Suisse d’Emilio

Regia: Joseph Péaquin
Produzione: RTS Radio Télévision Suisse e DOCFILM
Diffusione: TSR1 (RTS), TV5 Monde, 3SAT
Genere: Documentario
Paese: Svizzera/Italia
Anno: 2012

Emilio ha oggi ottant’anni. È nato a Suisse, frazione del comune di Chamois nella Valtournenche e ancora oggi vi abita. Quando era giovane, in estate lavorava i campi insieme al padre e alla madre e in inverno era solito confezionare gerle e cestini. Non si è mai sposato e, dopo la morte del padre, si è occupato della madre. Ora vive solo nella casa di famiglia, non ha mai abbandonato il suo villaggio natale di cui oggi è l’unico abitante, non si è mai preso un giorno di vacanza e non ha mai visto il mare; nonostante questo non manca di nulla. È semplicemente felice e non si annoia mai.
In inverno suo universo è costituito da una stanza in cui trascorre la sua giornata insieme ai suoi due fedeli gatti. Nella tarda primavera il villaggio si ripopola di pochi villeggianti. Durante la bella stagione Emilio è meno isolato.
Il documentario racconta la quotidianità di quest’uomo singolare.

Location VdA: Chamois, Antey-Saint-André

Budget complessivo: 63.400 CHF
Budget sul territorio: 48.100 CHF
Sostegno Film Commission VdA: 25.000 Euro

NOTE: Trasmesso da TSR1 (RTS), TV5 Monde, 3SAT




Sul filo

Regia: Joseph Péaquin
Produzione: DocFilm
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2012

Joseph Péaquin s’interessa alla vita quotidiana di una squadra del Soccorso Alpino Valdostano, composta nello specifico da due guide alpine, che decide di seguire nel faticoso impegno giornaliero. Dall’attività di ufficio all’azione sui terreni più pericolosi ed esigenti, nulla verrà celato dalle immagini del filmmaker valdostano. Alcuni spunti, caratterizzati da segmenti di vita privata, servono a creare un’immagine d’insieme davvero suggestiva.

Location VdA: varie

Budget complessivo: 70.000 Euro
Budget sul territorio: 53.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 26.000 Euro




Il sogno logico

Regia: Riccardo Piaggio, Marco Serrechia, Luca Bich, Daniele Di Gennaro
Produzione: Associazione Pourparler
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2015

Il film racconta, ispirandosi al volume Un varco a Nord-Ovest (Silvana editoriale, 2012), nonché del secondo capitolo editoriale previsto per il 2014, le visioni, i protagonisti, la storia e le cronache del Traforo del Monte Bianco, dalla nascita fino ai giorni nostri. Le vicende vengono narrate con un’attenzione particolare ai temi attuali dei rapporti socio-economici tra Italia e Francia e a quelli culturali delle idee di frontiera e di sviluppo sostenibile. É la storia di un viaggio ideale, dalle intuizioni dei primi pionieri a fine ‘800, alla caduta dell’ultimo diaframma di roccia il 14 agosto 1962 (ricordato lo stesso giorno del 2012 con un convegno a Courmayeur, le cui immagini entreranno nel film), al periodo 1962-1965 (anno dell’apertura al traffico), fino agli anni del boom della mobilità e al tragico incidente del 24 marzo 1999. Fanno parte di questo viaggio nella storia, nella cronaca e nell’attualità, i protagonisti di ieri e di oggi, oltre a testimoni dei rapporti italo-francesi e a intellettuali autori di riflessioni sui temi della frontiera e dello sviluppo sostenibile. Hanno infine uno spazio fondamentale le immagini d’archivio che costituiscono la mappa visiva e concettuale del documentario.

Location VdA: Courmayeur, Traforo del Monte Bianco

Budget complessivo: 130.000 Euro
Budget sul territorio: 106.850 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 18.000 Euro

Note: Trasmesso da France3 Rhone-Alpes e Auvergne, RAI3 nazionale e RAIVdA (luglio 2016)




T.I.R.

Regia: Alberto Fasulo
Produzione: Faber Film
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2012

Un lavoro alienante che nasce da una passione e si trasforma in una dipendenza. Un “non-luogo” di 5000 km abitato da una strana tribù di nomadi: i camionisti. Essi uniscono l’est con l’ovest, attraversando sette nazioni europee da Kiev a Lisbona. Ucraina, Ungheria, Slovenia, Italia, Francia, Spagna, Portogallo sono i paesi attraversati dal corridoio n. 5. Uomini e donne solitari che seguono una passione tramandata, abitando dentro enormi case ambulanti. Storie che si sfiorano e incrociano lungo strada o nelle aree di sosta. Flussi di coscienza che si riflettono nel paesaggio durante le interminabili ore di viaggio: il sé e l’altro, la distanza da casa, il senso di estraneità, una solitudine alienante. La scelta di vita estrema di chi decide di fare il camionista rivela le contraddizioni intrinseche della nostra società di consumo, perché è la tribù dei camionisti a trasportare la maggior parte dei beni necessari alla nostra società globalizzata.

Location: Ucraina, Ungheria, Slovenia, Italia, Francia, Spagna, Portogallo

Budget provvisorio: 250.000 Euro
Budget sul territorio: 10.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 10.000 Euro

PREMI

Deuxième Prix (Terra del Cinema – Festival de Trmblay-en-France 2014)
Mention Spéciale du Jury pour le long métrage (Berfort Entrevues Film Festival 2013)
Premio “Marc’Aurelio d’Oro” Miglior Film (Festival Internazionale del film di Roma 2013)
Premio AMC Miglior Montaggio (Festival Internazionale del film di Roma 2013)
Excellence Award per Alberto Fasulo (Italian Film Fashion Festival 2013)
Premio Solinas Documentario per il cinema (Premio Solinas 2010 per il soggetto originale)

SELEZIONI

2014 Festival des Films du Monde de Montreal
2014 mantova film Festival
2014 Bracciano LagoFilmFest
2014 Premi Internazionali Flaiano
2014 Kino Otok
2014 Moscow Intenational Film Festival
2014 Munchen Film Festival
2014 Open Roads: New Italian Cinema
2014 Linz Film Festival – Crossing Europe
2014 Terra del Cinema – festival de Tremblay-en-France
2014 Festival Dokumentanerga Filma
2014 Frammenti
2014 Hors les Murs Terra di Cinema – Festival du Cinéma Italien
2014 Mese del Documentario
2014 Per non Morire di Televisione
2014 Riviera Maya Film Festival
2014 Vilnius International Film Festival
2014 AstraDoc
2013 Ventana Sur
2013 Belfort Entrevues Film Festival
2013 Festival Internazionale del Film di Roma
2013 FilmMaker Festival
2013 Italian Film Fashion Festival
2012 festival dei Popoli
2012 Trieste Film Festival





Verso dove

Regia: Luca Bich
Produzione: L’Eubage
Genere: Documentario
Paese: Italia
Anno: 2012

Nato dalla volontà di rendere omaggio ad un uomo dai molti talenti la cui vita continua a dividersi fra l’esplorazione, l’alpinismo e il cinema, “Verso dove?” non sarà un semplice ritratto di Kurt Diemberger e degli avvenimenti che hanno caratterizzato il suo percorso di vita. La pellicola di Bich e Montrosset ci mostrerà invece come, anche nel caso di un conquistatore dalla forza sovraumana, il tempo lavori inesorabile e silenzioso e trasformi le possibilità della gioventù in incertezze del futuro.

Location: Sud-Tirolo, Trentino, Salisburgo, Bologna

Budget complessivo: 75.000 Euro
Budget sul territorio: 41.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: 20.000 Euro

PREMI

Premio “Città di Imola” (Trento Film Festival 2014)
Premio Best Man & Mountain film award (Festival polacco di Ladek Zdroj nei Monti Sudeti 2014)

SELEZIONI

2014 Cervino Cine Mountain International Film Festival
2014 Kugy Mountain Film Festival
2014 Cortina in Croda
2014 Il Trento Film Festival sui Monti Sibillini
2014 Festival della Montagna
2014 Trento Film Festival a Milano
2014 Trento Film Festival
2014 Zakopane (Polonia)
2014 Poprad (Slovacchia)
2014 Bansko (Bulgaria)




Virus

Un programma di Francesco Cinquemani
Regia: Monica Gambino
Produzione: Rai Movie
Genere: Sitcom/Reality/informazione cinematografica
Paese: Italia
Anno: 2012

Grazie a un cv di Bruno Vespa scaricato da internet Gip e Robbie sono incaricati dal network di realizzare un programma d'approfondimento cinematografico serio e rigoroso...

Location VdA: Courmayeur, Val Ferret, Breuil Cervinia, Saint- Barthélemy, Aosta, Verrès, Hône


Budget sul territorio: 15.000 €
Sostegno Film Commission VdA: 15.000 €

NOTE: 21 puntate da 15 minuti in onda su Rai Movie




Wild - Oltrenatura

Regia: Paolo Borraccetti
Interpreti: Fiammetta Cicogna.
Produzione: Anna Fabris (Italia 1)
Genere: Trasmissione TV
Paese: Italia
Anno: 2012

La popolare trasmissione di Italia 1 si occupa a 360 gradi di avventura: immagini provenienti dall’estero ci propongono le avventure di Bear Grylls e Steve Backshall impegnati in folli pellegrinaggi in tutto il mondo; nello stesso tempo, in Italia, Fammetta Cicogna e la sua équipe si confrontano con il clima rigido di un inverno valdostano in alta montagna, cogliendo il pretesto per mostrare agli spettatori un contesto naturale unico e fuori dal tempo.

Location VdA: tra Brusson e Courmayeur

Budget sul territorio: 10.000 Euro
Sostegno Film Commission VdA: supporto logistico




X-Factor

Regia: Enrico Rimoldi
Produzione: FremantleMedia Italia, Magnoli
Genere: Formato TV
Anno: 2015

Otto personaggi noti si sfidano in prove di abilità nel cuore delle Alpi. Sono accompagnati da guide alpine, la cui professionalità è valorizzata e avvicina il mondo della montagna al grande pubblico.

Location: Courmayeur, Monte Bianco

Sostegno Film Commission VdA: logistico