Le news sono disponibili solo in lingua italiana


ALBERTO FASULO TRIONFA A ROMA
inserita in data: 2013-11-19

Il regista friulano conquista il Marc’Aurelio d’Oro con la pellicola “TIR”, sostenuta da Film Commission Vallée d’Aoste.


Il regista friulano Alberto Fasulo, pluripremiato nel 2008 per il documentario Rumore Bianco, è stato il trionfatore dell’ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. La Giuria internazionale, presieduta da James Gray e composta da Verónica Chen, Luca Guadagnino, Aleksei Guskov, Noèmie Lvovsky, Amir Naderi e Zhang Yuan ha assegnato a TIR, pellicola sostenuta nel 2012 da Film Commission Vallée d’Aoste, il Marc’Aurelio d’Oro 2013 per il miglior film.
TIR segue il percorso di Branko, un ex professore di Rijeka diventato camionista per un’azienda italiana, lungo il così detto “Corridoio 5”, la striscia autostradale che, unendo l’Europa da ovest ad est, tocca anche il territorio valdostano.
Proprio per le scene girate sul nostro territorio, Fasulo aveva ottenuto il sostegno da parte di Film Commission Vallée d'Aoste che contestualmente aveva chiesto al regista di tenere un laboratorio riservato ai professionisti valdostani sul suono nel cinema dal titolo “Il racconto sonoro del film”.

“Questo film è nato grazie a chi, come voi, ha creduto e sostenuto questo progetto fin dall'inizio. Il premio è sicuramente anche vostro”. Queste sono le parole che la produttrice del film Nadia Trevisan mi ha scritto ieri dopo la vittoria - afferma il direttore di Film Commission Alessandra Miletto; queste parole ci rendono felici ed orgogliosi e confermano la bontà della scelta di aver sostenuto un’opera coraggiosa come TIR; un film che rompe la consuetudine dei generi con un linguaggio nuovo ed originale e che è il frutto di un esperimento produttivo a cui guardiamo con grande favore, capace di coniugare forme di finanziamento articolate. Con Alberto Fasulo abbiamo iniziato questo percorso insieme fin dall’inizio della fase produttiva del film, quando ancora il progetto si intitolava “Corridoio 5”, e dopo aver seguito le fasi non sempre facili della lavorazione siamo arrivati al coronamento degli sforzi di Alberto e dei suoi collaboratori sabato scorso, con l’emozione di sentire pronunciare dal presidente della giuria James Gray il titolo del film. Per la nostra Film Commission è un risultato che rafforza e consolida il lavoro svolto in questi anni e che ci incoraggia a proseguire in questa direzione, per promuovere e sostenere la presenza dell’audiovisivo di qualità sul nostro territorio.


Alberto Fasulo - Classe 1976, ha cominciato a lavorare nel cinema come assistente alla regia, tra film di fiction e documentari di creazione, imparando il mestiere sul set. Nel 2008, dopo i sette anni trascorsi a Roma, ha diretto e prodotto il suo primo lungometraggio, il documentario Rumore Bianco, selezionato in molti festival internazionali e distribuito al cinema in Italia. Il debutto lo ha fatto segnalare come «nuovo promettente autore» dalla critica italiana. Nel 2010 la sceneggiatura di TIR aveva già conquistato il prestigioso Premio Solinas.



FIGURE CON PAESAGGI - proiezione pubblica
inserita in data: 2013-11-18

Si conclude con una proiezione pubblica lunedì 18 novembre alle ore 21 presso la biblioteca comunale di Saint Christophe il workshop di documentario “Figure con paesaggi”


Si conclude con una proiezione pubblica l’esperienza di “Figure con paesaggi”, il laboratorio cinematografico organizzato l’anno scorso da Film Commission Vallée d’Aoste e Chambre valdôtaine des entreprises et des activités libérales, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Saint-Christophe, che ha visto sette giovani filmmaker intraprendere un percorso che li ha portati a ideare, girare e montare un cortometraggio sul complesso universo che ruota attorno alla “green economy” in Valle d’Aosta.

Il laboratorio è stato condotto da alcune tra le più importanti personalità del cinema documentario italiano contemporaneo: il regista Bruno Oliviero (attualmente nelle sale con il suo film “La Variabile Umana”) e il critico cinematografico Luca Mosso, affiancati dal regista Alessandro Rossetto e le montatrici Carlotta Cristiani e Aurelie Ricard.

I lavori realizzati dai giovani registi ("Eredità" di Lorenzo Bich, "Esercizi di sopravvivenza" di Enrico Casagrande, "Mi vedi" di Giulia Coccovilli, "La lunghezza della gamba" di Michel Domaine, "Montagna dei vivi" di "Gian Luigi Giustiniani", "Il giardino di Livio" di Daniele Mantione, "Sul filo dell’acqua" di Manuela Oliverio) verranno proiettati Lunedì 18 novembre alle ore 21 presso la sala conferenze della Biblioteca Comunale di Saint Christophe alla presenza dei docenti.

Una giornata densa di eventi cinematografici per la Biblioteca di Saint Christophe, che si apre alle 18 con la proiezione del film "MM Milano Mafia" di Bruno Oliviero cui farà seguito un incontro-dibattito fra lo stesso regista, il critico cinematografico Luca Mosso e il giornalista Roberto Mancini.


Oliviero sarà inoltre presente il giorno successivo, martedì 19 novembre alle ore 18 al Cinéma de la Ville con il suo film "La variabile umana" nell’ambito della Saison Culturelle. Come è abitudine della rassegna cinematografica, al termine della proiezione il regista sarà a disposizione della platea per un breve dibattito moderato dal curatore della Saison Cinema Carlo Chatrian.



“UN POSTO AL SOLE”: STRENNA NATALIZIA PER LA VALLE D’AOSTA
inserita in data: 2013-11-14

La popolare soap di Rai 3 diventa film e arriva in Valtournenche


Un posto al sole compie 18 anni e festeggia la sua maggiore età con un evento speciale: una superproduzione Rai e FremantleMedia Italia in cui la soap più longeva e seguita della televisione italiana diventa per una sera un film-tv della durata di 100 minuti che andrà in onda il 21 dicembre in prima serata su Rai 3. Un evento speciale per il format, che non ha precedenti in assoluto e uno splendido regalo di Natale per gli oltre due milioni e mezzo di spettatori che ogni sera seguono la fortunata serie.
La puntata speciale a tema natalizio propone l’intreccio di tre storie di tono e contenuto diverso, ambientate in differenti location. Come da tradizione della popolare soap, che accosta linee narrative diverse e unisce sentimento, sorrisi e temi sociali, la linea di uno dei racconti avrà le tinte leggere della commedia e la produzione ha scelto di ambientarlo sulle nevi di Cervinia e Valtournenche. Film Commission Vallée d’Aoste è a fianco della produzione fin dai sopralluoghi avvenuti nella scorsa estate e sostiene il progetto in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Valtournenche, Cervino Tourism Management e Chambre Valdôtaine des entreprises et des activités libérales.
Il legame tra Un Posto al Sole e la Valle d’Aosta, nato nel 2003 con alcune puntate girate a Saint-Vincent, prosegue quindi felicemente oggi a Valtournenche e Breuil Cervinia: per la località prescelta sono state scritte 17 scene in location e altre in set interni ricostruiti, in modo da raccontare al meglio il territorio. Questa volta i protagonisti della trasferta saranno l’amatissima coppia comica Raffaele e Renato, seguiti dalle consorti Ornella e Adriana. I quattro interpreti principali sono, nell’ordine: Patrizio Rispo, Marzio Honorato, Marina Giulia Cavalli, Fiorenza Tessari. Per l’occasione sono stati inseriti nel cast anche due attori valdostani, Chantal Pession e Pierre Lucat, appunto per valorizzare le risorse locali in campo televisivo. La troupe girerà in Valle d’Aosta tra il 17 e il 23 Novembre.


“Il circuito virtuoso che il fenomeno Un Posto al Sole può indurre – afferma Alessandra Miletto direttore di Film Commission Vallée d’Aoste – è certo e si sviluppa a diversi livelli: una grande promozione e valorizzazione del territorio valdostano attraverso la straordinaria visibilità che la fiction garantisce ormai da due decenni e le significative ricadute economiche per tutte le categorie professionali legate a diverso titolo alla produzione (albergatori, ristoratori, autotrasporti, maestranze specializzate, servizi vari). Per gli attori, le controfigure e le comparse coinvolte è inoltre un’interessante opportunità occupazionale e l’occasione di fare una preziosa esperienza con una troupe di grande professionalità. Siamo felici di poter ospitare la produzione e lo siamo altrettanto della perfetta collaborazione che c’è stata fra Film Commission, l’amministrazione comunale di Valtournenche e tutti gli altri soggetti coinvolti. L’auspicio è quello di poter continuare a lavorare così proficuamente anche in futuro”.


SOIRÉE CINÉMA secondo appuntamento
inserita in data: 2013-11-12

DA LOCARNO AD AOSTA ANDATA E RITORNO
Carlo Chatrian incontra l’APA Vd’A (Associazione professionisti dell’audiovisivo Valle d’Aosta)
GIOVEDI 14 NOVEMBRE ore 20,30
THEATRE DE LA VILLE


Dopo l’incontro con Luciano Barisone e la proiezione del film di Alessandra Celesia Il libraio di Belfast, Film Commission Vallée d’Aoste organizza al Cinéma de la Ville, nell’ambito della Saison Culturelle 2013-2014, la seconda serata speciale dedicata all'approfondimento cinematografico e al cinema documentario, con un occhio di riguardo agli autori locali. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione Autonoma Valle d'Aosta e Chambre Valdôtaine des entreprises et des activités libérales.
Giovedì 14 novembre, a partire dalle ore 20.30, Carlo Chatrian, direttore artistico del prestigioso festival del cinema di Locarno, incontra i professionisti dell’audiovisivo valdostano, da poco costituitisi in associazione (APA Vd’A). Sarà questa l’occasione per raccontare, attraverso l’esperienza di Chatrian, uno dei più importanti festival europei di cinema e per discutere, insieme ai protagonisti valdostani del settore, di una realtà in crescita e dal grande potenziale culturale, economico e occupazionale.
Non solo parole, ma anche immagini: in anteprima assoluta verrà infatti proposto un sostanzioso assaggio del lavoro dei filmmaker locali. In forma di trailer verranno proiettati sul grande schermo America (Alessandro Stevanon), Croquis d'Afrique (Albino Impérial), Frecce Tricolori - Una meravigliosa avventura (Michel Domaine), Green Economy (Daniele Mantione), Mare e Carbone (Gian Luca Rossi), Minatori (Daniele Giometto), Mirage à l'italienne (Alessandria Celesia), Ninì, il film (La Fournaise), Quello che resta (Valeria Allievi), Questione di (cu)ore (Andrea Carlotto), Soccorrere (Joseph Péaquin) e Verso dove (L'Eubage).
Introdurranno la serata l’assessore all’Istruzione e Cultura Joël Farcoz e il direttore di Film Commission Vallée d’Aoste Alessandra Miletto.


SOIRÉE CINÉMA
inserita in data: 2013-11-05

Portes ouvertes à Visions du Réel
giovedì 7 novembre ore 20,30 Cinéma de la Ville

La prima di due serate dedicate all'approfondimento cinematografico e al cinema documentario d'autore.


Portes ouvertes à Visions du réel
Luciano Barisone presenta Le libraire de Belfast di Alessandra Celesia

Film Commission Vallée d’Aoste e Chambre Valdôtaine, in sinergia con l’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione Autonoma Valle d'Aosta, organizzano al Cinéma de la Ville, nell’ambito della Saison Culturelle 2013-2014, la prima delle due serate speciali dedicate all’approfondimento cinematografico.
Giovedì 7 novembre, a partire dalle ore 20.30, Luciano Barisone, direttore del prestigioso festival di cinema “Visions du Réel” di Nyon, presenta la sua strategia artistica e il film di Alessandra Celesia "Le libraire de Belfast" da lui selezionato per il concorso mediometraggi nell’edizione 2012, vincitore dell’ultimo festival dei popoli e presentato in oltre 20 festival in tutto il mondo.
A fare gli onori di casa saranno nell’occasione l’assessore all’Istruzione e Cultura Joël Farcoz e il direttore di Film Commission Vallée d’Aoste Alessandra Miletto.
seguirà la proiezione del film "Le libraire de Belfast" (Fra/Irl 2011, 54’) di Alessandra Celesia

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Pagine totali: 2 [ 1 2 ]